Ultima modifica: 21 Giugno 2017

RALLY MATEMATICO TRANSALPINO

⇒QUESTIONARIO DI GRADIMENTO per gli STUDENTI: entra e compila.⇐

RISULTATI QUESTIONARIO DI GRADIMENTO ⇒VEDI

RISULTATI DELLE CLASSI PARTECIPANTI:

Scuola Primaria

Scuola Secondaria
3^ M.S.Quirico 16°/87

5^ M.S.Quirico 22°/123

 

1A 26°/245

1B 23°/245

2A 19°/247

2B 28°/247

3A 31°/173

3B 28°/173

RALLY MATEMATICO TRANSALPINO

Descrizione

Il Rally matematico transalpino (RMT) è un confronto fra classi, dalla terza elementare al secondo anno di scuola secondaria di secondo grado, nell’ambito della risoluzione di problemi di matematica e si svolge in Algeria, Argentina, Belgio, Francia, Italia, Lussemburgo e Svizzera. È organizzato dalla Associazione Rally Matematico Transalpino e, per la Toscana, viene gestito dalla sezione di Siena, costituita da personale afferente al Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione e Scienze Matematiche dell’Università di Siena.

Le prove si svolgono allo stesso modo in tutta Italia ed in tutto il mondo. L’uniformità delle prove viene garantita dall’Associazione, di cui fanno anche parte, nei loro rispettivi paesi, istituzioni di ricerca in didattica della matematica.

Obiettivi

I principali obiettivi che l’attività si propone di raggiungere:

  • applicazione delle conoscenze e delle abilità matematiche nella soluzione di problemi, i quali sono proposti in un linguaggio e in una forma diversi rispetto a quella solitamente presentata dai libri di testo;
  • apprendere le regole elementari del dibattito scientifico nella discussione che deriva dalle diverse possibilità di soluzione, che possono essere conferite al problema;
  • sviluppare la capacità di lavorare in gruppo: è il gruppo-classe che ha la responsabilità dell’intera prova. In questo senso si favorisce l’inclusione di alunni che, a volte, restano in secondo piano durante lo svolgimento di attività collegiali;
  • confronto con altri studenti di altre classi e/o di altri istituti;
  • favorire il pensiero divergente, spesso associato ad alunni con bisogni educativi speciali.